Testato, rivisto e ripensato!

Il risultato sono stati moduli di nuova concezione, con i quali abbiamo potuto costruire un edificio di tecnica ferroviaria per l’azienda ferroviaria TPF.

L’edificio vicino alla stazione ferroviaria di Cressier ha una sorprendente facciata in larice. La facciata in legno retroventilata, insieme al tetto verde estensivo, raggiunge un ritardo di fase ottimale, e allo stesso tempo la struttura portante in calcestruzzo funge da massa di accumulo.

Nella costruzione dei moduli è stata utilizzata una parte considerevole di materie prime e di prodotti svizzeri. I moduli in calcestruzzo possono essere opzionalmente realizzati anche con calcestruzzo riciclato, il che migliora significativamente l’equilibrio ecologico. Naturalmente, dei vantaggi comprovati come il doppio fondo di facile utilizzo o la struttura portante non infiammabile, fanno ancora parte dello standard di Premoco.

Grazie alla revisione, i moduli di nuova concezione possono essere trasportati in modo più efficiente, e il già rapido montaggio in loco è ancora più rapido.

Un dettaglio interessante dell’edificio a Cressier è il tetto con la sua vasta vegetazione. Qui, dove prima c’era l’asfalto, si potrebbe creare ulteriore spazio verde. L’acqua immagazzinata temporaneamente funge anche da massa di accumulo. Siamo lieti che il nuovo habitat con le piante sia già stato popolato dai primi insetti e altri microrganismi.

Novembre 2020